logo

Metabolizzatore di caffè lento o veloce?

IL CAFFE’ E’ UN TONICO E UN PIACERE IRRINUNCIABILE: MA PUO’ ESSERE DANNOSO?

LA RISPOSTA E’ SCRITTA NEL DNA E PUOI FARE IL TEST IN POCHI MINUTI!

 

Geneticamente parlando ognuno di noi può essere un metabolizzatore della caffeina “lento” o “veloce”. Nel primo caso siamo molto efficienti nel neutralizzare gli effetti negativi della caffeina perché il nostro enzima citocromo P450 funziona a pieno regime. Nel secondo caso, invece, l’enzima è molto meno efficiente e la caffeina (che è un alcaloide naturale) risulta essere molto molto più tossica.

Già nel 2006 un importante studio pubblicato sul  Journal of the American Medical Association (Cornelis et al.) riscontrava che i metabolizzatori “lenti” presentano  un maggior rischio di infarto (+36%) rispetto a quello veloci; rischio che aumenta ulteriormente all’aumentare del consumo (4 o più tazzine di caffè al giorno) e in particolare nei soggetti di età inferiore ai 50 anni.   Inoltre, i matebolizzatori “lenti” donna presentano un maggior rischio di avere problemi di fertilità già per consumi da 1 a 3 tazzine di caffè al giorno (Journal of Molecular Human Reproduction Sata et al. 2005).

QUINDI:

  • SEI UN METABOLIZZATORE VELOCE DI CAFFEINA? PUOI BERE  FINO A 3 CAFFE’ AL GIORNO IN TUTTA SERENITA’;
  • SEI UN METABOLIZZATORE LENTO: RINUNCIANDO AL CAFFE’ (E PASSANDO AD ALTRE BEVANDE ALTERNATIVE COME L’ORZO) FARAI UN GESTO CHE INCIDERA’ CONCRETAMENTE SULLA TUA SALUTE.

VUOI SAPERE SUBITO A QUALE CATEGORIA APPARTIENI ?:  

Ti aspetto presso l’Istituto Clinico Brera!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.